Non leggere quest’articolo se non ti interessa conoscere la verità

Nel precedente articolo abbiamo visto perché bisogna acquistare finestre con “Marchio CE”.

Acclamato quindi che le finestre per la tua casa devono essere “Marcate CE”, come fai a capire che non ti stanno tirando una sola?

Credimi, in tutti questi anni ne ho sentite e viste di cotte e di crude.

Tutti quelli che vendono finestre hanno le certificazioni, ma pochi sanno esattamente cosa sono e quali devono essere.

E tu ti ritrovi, una volta sì e una  lo stesso, a credere che gli asini volano, le pecore abbaiano e i soldi ti vengono regalati.

Sei convinto che hai fatto un affarone  a comprare le finestre da “quello” “perché oltre che termiche” ti ha fatto anche risparmiare, “ guarda mi ha fatto un prezzaccio”.

Nel frattempo nessuno ti ha spiegato esattamente cosa dice la legge, tu contento e preso dall’euforia ti sei dimenticato di controllare e documentarti su indernnett e “quello”, molto abilmente e con premeditazione, ti ha convinto che non c’è niente di meglio di una bella autocertificazione.

“Te la faccio io la certificazione, non ti preoccupare, per te questo e altro, che ci vuole: Io sottoscritto…dichiaro che…le finestre sono belle e chiudono anche…” e magari “scusa ma non è meglio che risparmi, la certificazione costa…ti faccio risparmiare…mi raccomando che resti tra di noi…, sai queste cose…si fanno solo agli amici…”

Ed eccoti qua, gli asini volano, le pecore abbaiano e i soldi ti sono regalati.

Semplicemente perché non hanno un tubo di nulla o quasi, e quel poco che ha è pure sbagliato.

Una finestra non “Marcata CE” è un serramento che non né arte ne parte, che non sai com’è fatto, se e quanto ti farà risparmiare, se è costruito senza creare danni all’ambiente, se ti farà stare bene in casa o ti farà bestemmiare tutto l’elenco dei nomi.

La soluzione è molto semplice.

Insieme alle finestre, non due mesi dopo, ti devono essere consegnati quattro documenti, sono:

  • Etichetta CE
  • Certificazione DOP
  • Dichiarazione in merito a sostanze pericolose contenute
  • Manuale di posa e manutenzione

I primi due hanno un solo e unico modo di essere realizzati e cosa deve esserci scritto, perché anche questo è stato disciplinato. Perciò, una volta che ne avrai memorizzati un altri, sono tutti simili, non devi neanche fare fatica per distinguerli.

Clicca qui o sulla foto, potrai vedere com’è fatta un’etichetta CE e cosa deve esserci scritto.

dop

 

Clicca qui o sulla foto, potrai vedere com’ è fatta una DOP e cosa deve esserci scritto.

dop

Entrambi, potresti anche stamparli per portarli con te o copiare i file sullo smartphone, per tirarli fuori al momento opportuno.

Clicca su dichiarazione, potrai vedere com’è fatta una “Dichiarazione in merito a sostanze pericolose contenute”.

In ultimo, eccoti un esempio di manuale-di-posa-e-manutenzione.

Bene, anche stavolta siamo arrivati alla fine, contento di averti dato consigli utili per non farti prendere in giro.

Seguimi su questo blog www.lafinestrainlegno.com, richiedi la guida gratuita ” Sette motivi per cui scegliere una finestra di legno per la tua casa “, inscriviti al blog inserendo il tuo indirizzo mail qui in basso a destra e ti sarà inviata.

Puoi metterti in contatto con me all’indirizzo e-mail info@profilserramenti.it oppure puoi chiamarmi al 393/970 43 30 e in alternativa allo 081/825 62 98.

Con un unico scopo, quello di darti il giusto consiglio per le finestre di casa tua.

Spero di riuscirci.

Ciao, al prossimo articolo.

[ninja_form id=5]

Lascia un commento